Fabio Lovino

Time in Jazz

L'estate del 2022

preface by Paolo Fresu

Photography
2023, 2022, Paperback, Italian
24,2x29cm, 104 pages, 140 photos, 500 copies
ISBN: 9788831363471

€ 30,00
  • Add to cart Add to cart Add to cart
Synopsis

_DSF9098©fabiolovino.jpg
«Incontro Paolo Fresu circa 18 anni fa per un libro che dovevo realizzare per l’Auditorium a Roma, faceva un concerto con Ludovico Einaudi e gli feci dei ritratti insieme. Durante le prove, Einaudi dal piano a coda sul palco “cercava” Paolo, perché sentiva il suono della sua tromba ma non lo vedeva, lui era “sparito” nella terza galleria a 100 metri di distanza, ma il suono era lì, sul palco e dentro tutto il legno e l’aria sacra dell’Auditorium. Poi il tempo ti porta a girare come una trottola, ti sfiori, ti senti e poi il destino ti riunisce insieme con Paola Turci nel paese più povero e dimenticato al mondo, nella favela di Port au Prince ad Haiti per documentare un incredibile viaggio nella gioia, la bellezza, la rabbia e la morte di quella gente. Dopo quella esperienza che ci legherà per sempre emotivamente ed umanamente, sono riuscito a venire a Berchidda, accettando il suo invito per raccontare attraverso le mie immagini e qualche parola, il 35° anniversario del Time in Jazz, la sua creazione, uno dei festival più longevi in Italia, ma specialmente per ritrovare quella emotività e quell’empatia che ci aveva legato ad Haiti.» — Fabio Lovino

caterinapalazzi _D0B6932©fabiolovino.jpg

«Fabio Lovino sente il mondo con gli occhi. Lo percepisce attraverso gli sguardi degli altri e questi divengono nuovi obiettivi e altrettanti diaframmi. Il suo racconto di Time in Jazz è composto dai piccoli particolari che lui ha pazientemente osservato e portato in luce. Micro e macro che bene rappresentano un festival che aspira a voler mettere insieme e comunicare ogni dettaglio di un poliedrico cosmo umano e creativo. Si espone verso la narrazione pur arretrando lo sguardo, come fosse uno dei numerosi spettatori che, da trentasei anni, vivono il festival ricomponendolo a loro volta. Le immagini in bianco e nero contrastano con i colori tenui e con gli indefiniti collage volutamente non a fuoco che mettono in risalto minimi elementi. Il teatro Ceroli di Porto Rotondo diviene una esplosiva architettura post moderna e la tromba di Avishai Cohen un battito d’ali, così come la cuccetta della nave gialla è a rappresentare una normalità che diviene eccezione. Raccontando l’alienazione del quotidiano assopita dai suoni delle trombe e dei pianoforti, dal frinire delle cicale e dai campanacci delle greggi. Un libro nel libro, a confermare la semantica ricchezza del suo sguardo fotografico.» — Paolo Fresu

_DSF77902bw©Fabio Lovino.jpg

Attachments
  • Download the PDF sheet Download the PDF sheet Download the PDF sheet

Fabio Lovino
Passione per l’immagine, inizia presto a fotografare. La passione diventerà̀ presto un lavoro, con jazzisti e rockstars in tutto il mondo, come tour photographer, realizzando le copertine di molti dischi in Italia e all’estero. La fotografia, il rapporto con la luce e i documentari sono sempre stati una necessità espressiva, artistica e di denuncia. Tra i suoi ritratti musicali: Mark Knopfler (Dire Straits) e Paul Morrissey (Smiths) in Inghilterra, Elisa, Renato Zero, Fiorella Mannoia, Caparezza, Giovanni Allevi, Max Gazzè in Italia. Nel portfolio attori e registi italiani e internazionali: Robert De Niro, Al Pacino, Benicio Del Toro, Terry Gilliam, Martin Scorsese, Sophia e Francis Ford Coppola, Willem Dafoe, Isabelle Huppert, Tilda Swinton, David Cronenberg, Ridley Scott, David Lynch, Marco Bellocchio, Bernardo Bertolucci, Nanni Moretti. Ha realizzato più di 130 copertine dei più famosi magazine italiani ed esteri, come Io Donna, Max, Elle, Vogue Pelle, Vanity Fair, Venerdì, Sportweek, Rolling Stone, The Sunday Times Magazine, e campagne per Stone Island, Guru, L’Oreal, Flos e Accademia Santa Cecilia 2019-2020. Al suo lavoro professionale affianca attività formative come workshops per Canon Italia e FUJI sulla fotografia di Ritratto, Musica, Cinema, Glamour e Danza.